Spiga, Spago e le avventure di Bandiera

29

January

di Laura Tornambene

Regia
Franco Giorgio

con Giuseppe Ferlito
Laura Tornambene


«Bisogna dare ai propri figli ali per volare e radici per tornare a casa».

Questo è il filo conduttore di uno spettacolo delicato, divertente e un po’ magico. Due squattrinati artisti di strada, Spiga e Spago, vanno in giro per il mondo a raccontare bellissime storie ai bambini. Oggi raccontano le avventure di Bandiera, una fogliolina di un vecchio albero di ciliegio, che ha un grande desiderio: viaggiare, scoprire e conoscere i misteri del mondo. Sì, è vero, una fogliolina, e per suo destino, è costretta a rimanere attaccata ai rami del suo vecchio padre. Ma Bandiera convince il ciliegio e va. Conosce così un arrogante rospo, un superficiale farfallone, un talpone pauroso, e anche il gelido vento dell’inverno…
«Spiga, Spago e le avventure di Bandiera» è una storia dove la fantasia è intesa non come mezzo di evasione dalla realtà, ma come mezzo interpretativo dell’esistenza e di crescita, e per insegnarci, con leggerezza e fantasia, a vivere liberi nel rispetto degli altri e, vivendo liberi, scoprire il mistero dell’esistenza.
Parecchie e tematiche che vengono proposte dal testo, quali:
il rapporto con i genitori;
l’attenzione per la natura;
il rispetto reciproco fra esseri viventi;
la voglia e l’importanza del conoscere e del viaggiare;
la ricerca della felicità;
avere coscienza di sé stessi nel mondo.

Adatto a bambini dai 4 ai 10 anni